Versi Dannati

Freestyle: Versi Dannati  – Pubblicato da Roberto Spike il giorno 02/12/2017

Versi Dannati

Vorrei prendere i miei sogni a calci
buttarli nel cesso e insieme poi alzare i calici
e poi brindare alla fine della mia storia
e comunque vada è pur sempre una vittoria.

Coltivo da sempre tutte le mie passioni
disegnando con parole, emozioni e sensazioni,
ma mi domando davvero, tutto ciò a cosa serva serva
se alla fine dei conti poi mi senta una riserva.

Ormai non so nemmeno io perchè continuo a scrivere
manco alla fine, sto schifo, poi mi desse da vivere
è come se girassi il coltello nella piaga,
sono come un ubriaco, in autostrada, che zigzaga.

Ogni rima che compongo è una brutta ferita
ho lasciato la mia vita scivolare tra le dita
per poi gettarmi alle spalle, ogni mio passo compiuto,
camminando a testa alta senza mai chiedere aiuto.

Ho visto giovani talenti uscire allo scoperto,
per poi cadere giù, come meteore, nel deserto
ormai la musica è diventata, come una vecchia puttana,
ma vaffanculo la passione, qui noi pensiamo alla grana.

Sono un’Artista di strada senza futuro,
senza un microfono, un palco, ne un contratto sicuro,
persin la luce della mia Stella ora si è spenta
ma allora i miei pensieri adesso, chi cazzo li alimenta?

Che ogni mio Pensiero Malato esca da un folle è scontato
saranno mica i postumi di ogni droga che ho adottato?
O forse quella Stella non si è spenta e si nasconde,
ogni tanto brilla forte e i miei pensieri confonde ?

Ma di una cosa ormai ne sono certo e assai sicuro,
sta dannazione di scrivere è una gran presa per il culo,
perchè se questo è il dono che mi è stato dato da bambino,
a cosa diavolo mi serve se non mi conosce neanche il mio vicino ?

Eppure mi ritrovo ancora quì a scrivere ogni verso
mentre dovrei essere in giro a bere birra, fino ad esser sverso,
ed imprimo sopra un foglio, mille parole in codice
ed il concetto suona strano e rende tutto più difficile.

Ma ora concludo questo testo, con il classico inchino,
come se fossi il protagonista di questo sciocco teatrino,
ringraziando il mio pubblico, come un suddito devoto,
e poi svanisco nella nebbia, lasciando a voi l’ignoto.

Damned Verses

I’d like to kick my dreams
throwing’em in the loo and then rise the glasses
and toast the end of my story,
and whatever it goes it’s still a victory.

I’ve been nourishing all my passions,
drawing with words; Emotions and feelings,
but I really wonder what this is all for,
if at the end I feel like a reserve.

By now I don’t even know why I keep writing
not even to the end, this shit if just it let me make a living!
it’s like rubbing my face in it,
I’m like a drunk man on a highway, crossing it.

Each line I write is a bad wound
I let my life going by
and then I throw behind any step I made
walking then with no help.

I saw young talents coming out
and then falling down like the moon at dawn.
By now music has become like an old whore
but, fuck the passion, we want money, no more.

I’m a street Artist with no future
with no microphone, no stage,
or nothing to venture. even the light of my Star
is now off, but then who the fuck is feeding my thoughs?

That every single My Sick Thought comes out of a crowd is discounted
will not the after effects of any drug I have adopted?
or maybe that Star has not turned off and hiding,
does she occasionally shine and my thoughts confuse?

But one thing I’m sure and very sure,
my damned write is a big grip for the ass,
because if this is the gift I was given by child,
what does hell I need if does not even know me my neighbor?

Yet I still find myself writing every verse
while I should be around drinking beer, until I get up,
and imprint over a sheet, a thousand coded words
and the concept sounds strange and makes it all the more difficult.

But now I conclude this text, with the classic bow,
as if I were the protagonist of this teatrine fool,
thanking my audience, as a devoted subject,
and then I vanish into the fog, leaving the unknown to you.

(¯`*†Spike†*´¯)

Versi Dannati ultima modifica: 2017-12-02T12:42:25+00:00 da Roberto Spike
Mi Piace
Share
  • 29
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    31
    Shares
  •  
    31
    Shares
  • 29
  •  
  •  
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •