La vita in un Sorriso

La vita in un Sorriso

Fa così male quando penso a questo posto di merda in cui vivo
una città bastarda che ormai odio da quando sono bambino
la gente è falsa, cambia faccia sono tutti in stato depressivo
vorrei dar fuoco ad ogni strada con un accendino.

Ma quando guardo la mia Donna e la vedo che mi sorride
è forse l’unico momento in cui il mio cuore ride
anche se dentro sto morendo, in certi notti sono spento
intrappolato in questa gabbia fatta di asfalto e di cemento.

Vorrei fuggire via lontano, senza mai voltarmi indietro
fanculo a tutto quanto a tutti voi ai vostri palazzi in vetro
e ritornare a casa mia ed ammirare ancora il mare
ritrovare quel calore delle persone che ti sanno amare.

Qui hanno il ghiaccio dentro gli occhi, la morte nelle vene
io voglio ritrovare il Sole e quel dolce canto di sirene
e camminare per le strade e poter veder gente felice
invece di trovarmi qui a bestemmiare come una meretrice.

Mi sembra di avere in mezzo al petto, una lama di coltello
e torna in mente il tuo sorriso, tu che sei stato mio fratello
tu che capivi il mio delirio e questo mio star male
e maledico quel dannato giorno in cui eri in ospedale.
Mi han detto che ora sei felice e ora vivi in Paradiso
ma io riesco a ritrovarti in una lacrima che mi bagna il viso
e in certe notti sei con me, di nuovo insieme a ridere
come in quegli anni insieme in cui eravamo due fottuti Re.

Oggi mi guardo in giro e vedo sguardi vivi di tristezza
solo apparenza, zero anima e il gusto dell’amarezza
tutti che corrono ogni giorno e mi domando dove vanno
se poi non hanno un cazzo tra le mani e bruciano un altro anno.

Sembrate una colonia di criceti sulla ruota
tutti sempre incazzati, sempre di fretta e anima vuota
drogati da un sistema che ormai vi fa da copilota
con una mela in bocca e nel culo una carota.

Mi sembra di sprecare tempo in queste strade di cemento
a rincorrere quel sogno ma che non è mai il momento
e mentre cerchi di sfiorarlo, di afferrarlo con le dita
i giorni scorrono veloci e lentamente bruci la tua vita.

E se non fosse per la mia Donna, la famiglia e le persone che amo
io girerei le spalle a questo mondo e fuggirei lontano
e partirei all’avventura anche se a volte può esser dura
ma preferisco 10 giorni da uomo libero che altri 1000 come spazzatura.

Mi sembra di avere in mezzo al petto, una lama di coltello
e torna in mente il tuo sorriso, tu che sei stato mio fratello
tu che capivi il mio delirio e questo mio star male
e maledico quel dannato giorno in cui eri in ospedale.
Mi han detto che ora sei felice e ora vivi in Paradiso
ma io riesco a ritrovarti in una lacrima che mi bagna il viso
e in certe notti sei con me, di nuovo insieme a ridere
come in quegli anni insieme in cui eravamo due fottuti Re.

Life in a Smile

It hurts so much when I think of this shitty place where I live
a bastard city I hate since I was a child
people are false, face changes are all in a depressive state
I would like to set fire to every street with a lighter.

But when I look at my Woman and see her smiling at me
it is perhaps the only time my heart laughs
even though I’m dying inside, on certain nights I am off
trapped in this cage made of asphalt and concrete.

I would like to run away far away, without ever looking back
fuck everything to all of you to your glass buildings
and return to my house and still admire the sea
find the warmth of the people who know how to love you.

Here they have ice in their eyes, death in their veins
I want to find the Sun and that sweet song of mermaids
and walk the streets and see happy people
instead of being here to curse like a prostitute.

I seem to have a knife blade between my chest
and remember your smile, you who were my brother
you who understood my delirium and my sickness
and I curse that damn day you were in the hospital.
They told me that you are happy now and now you live in Heaven
but I can find you in a tear that bathes my face
and on certain nights you are with me, together again laughing
as in those years together when we were two fucking Kings.

Today I look around and see glances alive with sadness
only appearance, zero soul and the taste of bitterness
all running every day and I wonder where they go
if they don’t have a cock in their hands and burn another year.

You look like a colony of hamsters on the wheel
all always pissed off, always in a hurry and empty soul
drugged by a system that now serves as a copilot
with an apple in her mouth and a carrot in her ass.

I seem to waste time on these concrete roads
chasing that dream but never the time
and as you try to touch it, grab it with your fingers
the days go by fast and slowly burn your life.

And if it were not for my woman, family and the people I love
I would turn my back on this world and run away
and I would go on the adventure even if sometimes it can be hard
but I prefer 10 days as a free man and another 1000 as garbage.

I seem to have a knife blade between my chest
and remember your smile, you who were my brother
you who understood my delirium and my sickness
and I curse that damn day you were in the hospital.
They told me that you are happy now and now you live in Heaven
but I can find you in a tear that bathes my face
and on certain nights you are with me, together again laughing
as in those years together when we were two fucking Kings.

(¯`*†Spike†*´¯)

Spike: La vita in un Sorriso – Pubblicato da Roberto Spike il giorno 02/08/2019

La vita in un Sorriso ultima modifica: 2019-08-02T10:37:07+00:00 da Roberto Spike
Mi Piace
Share
  • 24
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    25
    Shares
  •  
    25
    Shares
  • 24
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •