Davvero non capisco

Spike: Davvero non capisco – Pubblicato da Roberto Spike il giorno 18/10/2018

Davvero non capisco

Davvero non capisco,
eppure quante volte
mi son fermato a pensare
a tutti i miei passaggi.

Un tempo, ero poco affidabile
un individuo da evitare
forse privo anche di sentimenti
colmo di cattiveria nell’anima.

Quanti scheletri dentro l’armadio
azioni di cui non vado fiero
in mezzo a gente di ogni specie
di certo prive di ogni scrupolo.

Cresciuto per le strade di Torino
tra una birra e una canna d’erba
sempre presente nelle risse
un passatempo per colmare un vuoto.

In mezzo a questa “strana” gente
quelle ricercate dagli sbirri
avevo trovato amici veri
che ti aiutavan quando eri nella merda.

Poi gli anni passano veloce
e con esso, cambiò la mia persona
abbandonai quell’assurda vita
per cercare altrove, qualcosa di migliore.

Ho realizzato molti sogni
pagando con fatica e sacrificio
che mi hanno regalato mille momenti
in cui mi son sentito davvero felice.

Ed oggi che sono così diverso
da quel che ero un tempo
gli Amici che mi son vicini
li conto nelle dita di una mano.

In mezzo a tutti questi benpensanti
non ho più trovato gente vera
con principi da portare avanti
ed un rispetto, che va al di sopra di tutto.

Qualcuno dice abbia fatto bene
ad abbandonare quel genere di vita
ma non posso negare a me stesso
quante volte mi sia pentito.

Da quando vivo dietro alle regole
ho solo raccolto sofferenza
le delusioni ormai nemmeno più le conto
e troppa gente falsa ho conosciuto.

E mi ritrovo solo in un mondo
che non riesco più ad amare
e vivo, abbandonandomi ai ricordi
di uno Spike, che ormai non riconosco.

I really do not understand

I really do not understand,
yet how many times
I stopped to think
at all my steps.

At one time, I was not very reliable
an individual to avoid
perhaps also devoid of feelings
full of wickedness in the soul.

How many skeletons inside the closet
actions that I’m not proud of
among people of all kinds
certainly without any scruples.

Grown on the streets of Turin
between a beer and a cane of grass
always present in the fights
a pastime to fill a void.

In the midst of this “strange” people
those sought by the cops
I had found real friends
that helped you when you were in shit.

Then the years pass fast
and with it, changed my person
I abandoned that absurd life
to look elsewhere, something better.

I have made many dreams
paying with effort and sacrifice
that gave me a thousand moments
in which I felt really happy.

And today I’m so different
from what I used to be
the Friends who are close to me
I count them in the fingers of one hand.

In the midst of all these right-thinking parties
I have not found any real people
with principles to carry on
and a respect that goes above everything.

Someone said he did well
to abandon that kind of life
but I can not deny myself
how many times I have repented.

Since I live behind the rules
I only collected suffering
the disappointments now no longer even the bill
and too many false people I met.

And I find myself alone in a world
that I can no longer love
and I live, abandoning myself to memories
of a Spike, whom I do not recognize now.

(¯`*†Spike†*´¯)

Davvero non capisco ultima modifica: 2018-10-18T12:13:05+00:00 da Roberto Spike
Mi Piace
Share
  • 5
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares
  •  
    6
    Shares
  • 5
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •